Questa sera, al Diwan Cafè di Torino, Alberto Chimenti esporrà le sue foto. 6 scatti che parlano di skateboard.
Alberto Chimenti non ama definirsi e in particolare non ama definirsi fotografo. Non ha mai studiato fotografia ma le sue foto parlano con il linguaggio di chi ne sa parecchio di questo argomento.
Fotografa per passione e lo fa per la soddisfazione.
Dal sapore di strada, street per meglio dire, le sue foto sono ruvide, parlano dirette. Sanno portare lo spettatore al to the fucking point (cit.).

Alberto’s Flickr
Alberto’s Blog
Alberto’s web site

 

Ormai sono giorni e giorni che sentiamo parlare delle varie vicende “amorose” del vostro Presidente del Consiglio. di come lui si occupi di povere “ragazze” bisognose d’aiuto e su come organizzi party rilassanti per riprendersi dallo stress della vita da uomo passionale.
Tutti abbiamo senti le puttanate che dice riguardo alla sua vita e al suo orientamento sessuale.
Sulle prime pagine dei giornali italiani si può leggere tutto quanto e su internet si può andare a spulciare qualsiasi cosa su tutti i giornali esteri.
Quindi non spenderò una sola parola per questi argomenti.
Quello di cui vi voglio parlare è della bassa provincia cuneese. In particolare di Alba.
Famosa per essere un importante insediamento romano e per le sue 100 torri medioevali.
Città famosa per il tartufo e per la fiera internazionale del medesimo. Famosa per il movimento di Resistenza al regime Fascista, famosa per i suoi partigiani. Famosa per scrittori come Beppe Fenoglio o artisti come Pinot Gallizio.

Ora sarà anche famosa per il suo “BUNGA BUNGA PARTY”.
Riporto quello che leggo riguardo a questo evento : “…si trasformera’ nel festino piu festino che sia….. Ne vedrete di tutti i colori….Vulcani di cartapesta, serenate di apicella , Abiti di Valentino, Gioielli Damiani……. L’italia finalmente scende in pista….. “,

e commento: provo pena e vergogna. Il mondo intero ride di noi e  l’unica risposta che riusciamo a dare a situazioni imbarazzati come quella in cui siamo sommersi ora, è questa.
Non è tempo per prendere sottogamba e riderci sopra tranquillamente. Il nostro paese è allo stremo. Noi siamo allo stremo.
L’Italia che conosco io non è quella della grey goose del cazzo, dei sigari e delle puttane,  l’Italia che conosco io è quella della gente che si spacca il culo, che studia, che lavora e che cerca di tirare avanti. L’Italia che conosco io è quella che non vuole più un porco al governo, che prova pena per gente simile e per chi lo ha votato!
L’Italia che conosco io è l’Italia con le palle e con il cervello.
Il mio blog non parla di politica e non parla di idiozie, quindi chiudo qua la storia.

Questa sera sir Marcello (presto un post su di lui), presenta le sue nuove t shits “sir Marcello is my captain” presso Skateboarding’ s Finest skatehouse ( via San Massimo 5 bis-TO).Si prevede una serata all’insegna di birra, foto, skate, marinai e cattivo gusto!

Qui il video promo griato e prodotto da Problematic Ent con la sir Marcello’s crew

Info evento: http://www.facebook.com/event.php?eid=158999464133968&ref=mf