BUNGA BUNGA PARTY

Ormai sono giorni e giorni che sentiamo parlare delle varie vicende “amorose” del vostro Presidente del Consiglio. di come lui si occupi di povere “ragazze” bisognose d’aiuto e su come organizzi party rilassanti per riprendersi dallo stress della vita da uomo passionale.
Tutti abbiamo senti le puttanate che dice riguardo alla sua vita e al suo orientamento sessuale.
Sulle prime pagine dei giornali italiani si può leggere tutto quanto e su internet si può andare a spulciare qualsiasi cosa su tutti i giornali esteri.
Quindi non spenderò una sola parola per questi argomenti.
Quello di cui vi voglio parlare è della bassa provincia cuneese. In particolare di Alba.
Famosa per essere un importante insediamento romano e per le sue 100 torri medioevali.
Città famosa per il tartufo e per la fiera internazionale del medesimo. Famosa per il movimento di Resistenza al regime Fascista, famosa per i suoi partigiani. Famosa per scrittori come Beppe Fenoglio o artisti come Pinot Gallizio.

Ora sarà anche famosa per il suo “BUNGA BUNGA PARTY”.
Riporto quello che leggo riguardo a questo evento : “…si trasformera’ nel festino piu festino che sia….. Ne vedrete di tutti i colori….Vulcani di cartapesta, serenate di apicella , Abiti di Valentino, Gioielli Damiani……. L’italia finalmente scende in pista….. “,

e commento: provo pena e vergogna. Il mondo intero ride di noi e  l’unica risposta che riusciamo a dare a situazioni imbarazzati come quella in cui siamo sommersi ora, è questa.
Non è tempo per prendere sottogamba e riderci sopra tranquillamente. Il nostro paese è allo stremo. Noi siamo allo stremo.
L’Italia che conosco io non è quella della grey goose del cazzo, dei sigari e delle puttane,  l’Italia che conosco io è quella della gente che si spacca il culo, che studia, che lavora e che cerca di tirare avanti. L’Italia che conosco io è quella che non vuole più un porco al governo, che prova pena per gente simile e per chi lo ha votato!
L’Italia che conosco io è l’Italia con le palle e con il cervello.
Il mio blog non parla di politica e non parla di idiozie, quindi chiudo qua la storia.

7 commenti
    • A ha detto:

      Passaparola. Grazie sir, you are my captain forever!

  1. Loris ha detto:

    Tutti contro il porco!!

  2. Miriam ha detto:


    Nanni Moretti, “Il caimano” , 2006

  3. marta ha detto:

    purtroppo finchè continueranno ad aprire locali del cazzo come ‘cayega lounge bar (..)’ spiegami come possiamo risolvere la situazione..la gente di alba ci marcia bene su ste puttanate..
    condivido pienamente ciò che dici!!

  4. Matteo ha detto:

    penso che questo sia un blog aperto a tutti, quindi ti pubblico la mia risposta a quell’evento, più precisamente la mia risposta al commento di Alberto Roggero dove hai preso parte anche tu riferendoti all’ironia:
    Alberto, io seguo la politica, l’ho vissuta per un certo periodo, ho visto la sporcizia che c’è, e se si vuole fare un evento dove l’intento è CHIARAMENTE di prendere in giro ciò che accade nella nostra bistrattata nazione e un governo ormai arrivato alla conclusione non vedo perchè non si possa non fare.
    Ti ricordo che se non si usasse un minimo di ironia non esisterebbe la satira, ergo non esisterebbero i Travaglio, i Santoro e via dicendo.
    Stiamo vivendo un periodo nero, nero pece per la nostra nazione, le condizioni per cambiare non esistono ancora e se ci sono, sono ancora deboli o messe in ombra da un “gigante” che controlla tutto, ma non ancora la nostra VOLONTA’.
    In questo evento non vedo speculazione, non vedo ignoranza, non vedo il nascondersi dietro qualcosa, ma solo ironia e la voglia di divertirsi, nient’altro.
    Se fosse come dici tu e tutti gli altri, allora Elio e le storie tese, Caparezza, Travaglio, Santoro, Crozza, Lerner, Gruber, Mentana, Saviano sono speculatori dei problemi della nostra Nazione?

    attendo fiducioso una tua risposta.
    Saluti :)

    • A ha detto:

      Quello che hai scritto lo condivido. In parte, ma lo condivido.
      Non penso che siano speculatori della brutta situazione in cui ci troviamo ora.
      Penso che però queste persone con le loro trovate ironiche, anche se divertenti, ci lascino un senso di malessere. Un senso che ci porta a riflettere.
      Il bunga bunga party non mi fa riflettere, non mi fa arrabbiare e non mi fa neanche ridere. Travaglio si, Crozza si.
      Poi scusa, stiamo parlando di persone con una cultura e un apertura mentale un pò fuori dal comune.

      Rimango dell’idea che certe trovate si possano risparmiare e evitare.
      E sono convinto che ci siano tanti altri modi, più costruttivi e edificanti, di divertirsi.

      http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/editoriali/grubrica.asp?ID_blog=41&ID_articolo=900&ID_sezione=56&sezione=

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: